Una pancia abbondante, che esce dalla maglia o, peggio, fa capolino dagli abiti lunghi che diventano letteralmente non mettibili, a meno che tu non decida di trattenere il respiro per tutta la serata, è il fastidio più tremendo che si possa augurare.

Anche alla tua peggior nemica!

La pancia gonfia, “a palloncino”, è un disturbo molto comune, solitamente provocato da una digestione non corretta.

Gonfia, molle alla palpazione, la pancia gonfia sembra sempre sul punto di esplodere!

Le cause del gonfiore addominale sono molte e possono perfino essere collegate fra di loro: stress e uno stile di vita troppo movimentato, 99 su 100, inducono a crampi ed addome teso.

Non solo: un’alimentazione scorretta o ricca di cibi (e bevande!) che favoriscono la formazione di gas (lieviti, derivati del latte, ecc.), irregolarità intestinale, stitichezza, sono fattori facilmente predisponenti!

La pancia gonfia può essere un fastidio passeggero, provocato da pasti molto abbondanti, ciclo o menopausa, ma se persiste, spesso, è collegato ad un aumento di peso.

Ricorda: il gonfiore addominale, in alcuni casi, è la spia di patologie serie dell’apparato digerente, come l’appendicite e la celiachia!


✅ Mastica lentamente

Spesso la pancia gonfia è causata da una cattiva o incompleta digestione, per un consumo veloce e frettoloso dei pasti.

Uno stile di vita disordinato e lo stress possono essere la spiegazione.

Proprio lo stress genera, nell’organismo, un ormone chiamato cortisolo, fra i principali responsabili del gonfiore addominale sopra l’ombelico.

La soluzione? Un giusto ritmo, specialmente a tavola!

Regolarizza il tuo stile di vita con orari più adatti al tuo benessere e, mentre mangi, assumi una posizione comoda e consuma il cibo con calma, masticando piano.

Questa semplice accortezza evita problemi digestivi, rinforza la flora intestinale e ti consente di avere pasti più piacevoli.

✅ Bevi tanta acqua

Se introduci nel tuo organismo la giusta quantità di acqua ogni giorno, puoi davvero depurarti e favorire una più corretta digestione.

Bevi almeno 1,5 litri d’acqua al giorno, lentamente e a piccoli sorsi durante l’intero corso della giornata.

✅ Fai movimento

Quando hai uno stile di vita più attivo, anche la tua digestione ti sorride.

Hai mai provato il pilates?

Se non sei un’atleta, non preoccuparti: non coricarti subito dopo i pasti e ricordati che la respirazione addominale ed una passeggiata dopo mangiato sono attività ottime per il tuo benessere.

✅ Cibi amici

Scelti alimenti altamente digeribili.

Quali? Pane e pasta integrali, verdure crude, pesce, miele, patate, riso, olio d’oliva, per citare qualche esempio.

Fra i cibi alleati di una pancia piatta, poi, puoi sempre contare sul finocchio. Puoi scegliere se assumerlo così com’è o come ingrediente di tisane e decotti. Il finocchio, infatti, svuota lo stomaco, elimina i gas intestinali e rende digeribili le pietanze più pesanti.

Lo stesso vale per il carciofo che stimola la digestione e neutralizza l’acidità dello stomaco.

Anche i limoni sono indicati: il loro succo diluito in acqua tiepida è ricco di sali minerali e vitamine ottimi per placare il bruciore di stomaco.

Eccellenti anche anice, mirtillo, ananas, menta, cannella, zenzero e camomilla.

Sconsigliato, invece, abbinare uova, carne, pesce o formaggio.

E se sei pizza-dipendente?

Scegli le alternative ad alta digeribilità, preparate con impasto integrale o, ancor meglio, senza lievito.

✅ Integratori

Puoi perfezionare la tua alimentazione eliminando gli alimenti che non fanno bene al tuo intestino.

Il nostro consiglio è di assumere integratori a base di probiotici e prebiotici che favoriscono il buon funzionamento della flora intestinale.

 

E tu?
Hai la pancia gonfia?